Francesco Renga – Tempo reale tour

francesco-renga-tempo-reale-album-cover

Per chi bazzica da un po’ di tempo su questo blog sa bene che Francesco Renga non è neanche tra i miei primi 50 cantanti preferiti, ma devo dire che dopo ieri si è guadagnato qualche posizione. Se si ha voglia di ascoltare 2 ore di concerto live di buon livello spendere 36,00€ di biglietto per “tempo reale tour” di Francesco Renga è sicuramente un ottimo investimento da fare (si, perché a volte è bello investire anche sulle emozioni che ti dà la musica invece che pensare sempre ai soldi).

L’ormai da tanto tempo ex frontman dei Timoria ha cercato di coinvolgere il pubblico più e più volte ottenendo un discreto seguito data anche la gaffe che ha fatto. Infatti presentando il chitarrista ha detto: “tu sei anche di queste parti non è vero?” il chitarrista ribatte “più o meno, veramente sono di Pesaro” (il concerto era a Pescara). Magari un ripasso di Geografia non gli farebbe male! Devo dire che ieri non era al top della sua qualità vocale ma è comunque un piacere ascoltare la sua voce. Per tutta la prima parte del concerto ha cantato brani tratti dal nuovo cd “Tempo Reale” ma la folla si è accesa soprattutto quando ha iniziato a cantare le vecchie canzoni (a parer mio le migliori) come “Raccontami”, “Tracce di te” e “Angelo”. Personalmente non riesco a seguire questo cantante con molta attenzione, troppo malinconico, sdolcinato e, a volte, pessimista.

Magari con qualche schiaffo riuscirebbe a scrivere qualcosa di più energico, non trovate?

Annunci

8 risposte a “Francesco Renga – Tempo reale tour

  1. è un classico. Devo dire, sapere la loro storia ed ascoltare le parole dei testi di Renga è strano…sembra essere lui la vittima. Non so bene le loro vicende, non mi interesso di gossip, però sembra un po sottomesso ahahah

    Mi piace

      • Credo che non dobbiamo restare fermi nelle nostre posizioni, tutto può essere rivisto partendo da altre angolazioni. Col tempo cambiano anche i gusti musicali …. 🙂
        p.s.ho un pò di difficoltà a lasciare commenti … sono senza guantoni da boxe e “lo schiaffo” mi inquieta! 😦

        Piace a 1 persona

      • Assolutamente si! Anche io sono del parere che bisogna spaziare molto sulla musica e non soffermarsi troppo. ..essere fissati insomma! Per i commenti non preoccuparti di nulla, piano piano anche senza guantoni ti abituerai e non potrai più farne a meno. È come suonare la chitarra (se la suoni puoi capire) :all’inizio fa male alle dita, i famosi calli, ma non c’è stato mai nessuno che ha smesso per questo motivo! Tirare schiaffi è come suonare la chitarra…potresti diventare come Jimi Hendrix!!!

        Mi piace

      • Mi accontenterei di Carlos Santana 😀
        Quindi entrando nel vostro blog, siamo creditori di schiaffi a manetta … ma poi a me cosa importa … io sono un treno! Schiaffeggia pure … però poi non andare a piangere! 😉

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...